IMG_5628

” Muovendomi per le vie del centro, alcuni giorni fa, rimasi catturato da un volto. Mi imbattei mio malgrado contro quei lineamenti perfetti che invano avevo cercato di rimuovere – sentii stringere qualcosa dentro me, la ferita ancora fresca si sfaldò, come quella tela non ancora asciutta, proprio lì, all’altezza del petto, dove avevo bisogno di spazio per respirare – mi persi per un pò ad osservare quei tratti per me celesti.

Ero così avvezzo all’analisi profonda di ogni cosa intorno a me che il non comprendere la ragione di ciò che avevo visto mi rendeva fragile ed instabile.

Forse fu colpa di quel bicchiere in più – uno soltanto – ha ingannato i miei occhi, la mia percezione di quello che tu sei per me.

O forse colpevole fu semplicemente quel febbrile desiderio che si accendeva di notte – quel desiderio ingrato di ritrovare le tue fattezze nel volto di un’altra donna.

Forse il mio io sentiva il bisogno di un pò di quel calore che solo il tuo sorriso é riuscito a trasmettermi, tinteggiando di un luminoso tono giallo vivido il grigio indefinito della mia esistenza..”